Codice Etico

PREMESSA

Il presente Codice Etico definisce i valori aziendali, gli impegni e le responsabilità etiche, nonché lo standard comportamentale di tutti i collaboratori e degli stakeholder di Scarafoni Srl, a prescindere dal loro livello gerarchico, nella conduzione degli affari e delle attività d’Impresa.

Scarafoni Srl afferma con questo Codice Etico che le proprie strategie di crescita e sviluppo sono strettamente legate ai valori ivi espressi, che ne identificano la storia e il modus operandi sin dalla nascita dell’azienda stessa.

L’impresa e i suoi collaboratori lavorano nel pieno rispetto delle normative vigenti e tutti coloro che a vario titolo operano con essa sono tenuti a conoscere e osservare i principi contenuti nel presente Codice, oltre alle leggi e ai regolamenti vigenti in tutti i paesi in cui la stessa opera.

Con il presente Codice Scarafoni Srl si propone di assicurare che tutti coloro che operano con l’azienda, direttamente o indirettamente, non commettano reati che possano screditare l’immagine della Società.

I principi enunciati nel presente Codice sono rilevanti ai fini della prevenzione dei reati ex D. Lgs. 231/2001 e rappresentano un elemento fondamentale per il sistema di controllo preventivo.

1. DIFFUSIONE E AGGIORNAMENTO

La direzione si impegna a rendere accessibile il Codice Etico ai propri dipendenti e collaboratori interni, nonché a tutte le persone legate da rapporti di lavoro subordinato con Scarafoni Srl e a tutti coloro che operano per suo conto, anche se solo temporaneamente.

Si riserva altresì di aggiornare, integrare e modificare in itinere il presente Codice, assicurandone tempestiva comunicazione al proprio staff e garantendo la diffusione della versione più aggiornata.

2. PRINCIPI GENERALI

2.1 IMPARZIALITÀ

Scarafoni Srl respinge ogni discriminazione in base all’età, al sesso, allo stato di salute, alla razza, alla nazionalità, alle opinioni politiche e alle credenze religiose.

2.2 COMPETIZIONE

L’azienda crede nella concorrenza libera e leale, premiando capacità, esperienza ed efficienza, senza mai prescindere dal rispetto dei comportamenti corretti e trasparenti nell’ottemperamento delle responsabilità e dei compiti di ognuno e nel perseguimento dei propri obiettivi aziendali.

2.3 RESPONSABILITÀ

I destinatari del Codice Etico sono tenuti a svolgere le proprie mansioni con accuratezza, produttività e correttezza, sfruttando al meglio i mezzi e il tempo fornitegli, nella piena acquisizione delle proprie responsabilità e nel rispetto delle normative vigenti e del presente Codice.

I destinatari devono altresì evitare comportamenti contrari alle disposizioni etiche e comportamentali ivi contenute e sono tenuti a riferire alla direzione qualsivoglia inadempimento delle regole stabilite.

Chiunque sia responsabile di un ruolo preminente deve costituire un esempio per i collaboratori attraverso il suo comportamento.

La direzione ha il compito di far comprendere e rispettare il Codice Etico a tutti i subordinati, colleghi e collaboratori, impegnandosi anche alla sua diffusione.

2.4 CORRETTEZZA

La Società crede nel valore del lavoro e si ispira, nella conduzione delle proprie attività, ai principi di legalità, lealtà, correttezza, trasparenza e verificabilità che ritiene i presupposti per il perseguimento di tutti gli obiettivi aziendali, siano essi economici, produttivi, sociali o di immagine.

Sono vietate tutte le pratiche di corruzione, favori illegittimi, comportamenti collusivi o sollecitazioni dirette e/o attraverso terzi di vantaggi personali e di carriera per il soggetto agente, per l’impresa o per terzi. I destinatari sono tenuti a riferire tempestivamente alla direzione il verificarsi di qualsivoglia evento sopra descritto.

2.5 CONFLITTO DI INTERESSI

I collaboratori e i dipendenti devono evitare condizioni che rischino di causare conflitti di interesse per la Società, siano esse generate da attività personali, famigliari o aziendali.

Chiunque venga a conoscenza di tali situazioni scorrette è tenuto a informare la direzione, che si preoccuperà di verificarne la veridicità e prendere provvedimenti.

2.6 RISERVATEZZA

I destinatari devono assicurare la riservatezza e la protezione dei dati e delle informazioni di proprietà dell’Azienda, evitandone un uso improprio, così come quest’ultima garantisce la discrezione e il rispetto della privacy dei dipendenti e dei collaboratori ammettendo l’utilizzo dei dati personali esclusivamente nel rispetto della legislazione vigente.

3. RAPPORTI CON TERZI

3.1 PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

È assolutamente vietato elargire o acquisire trattamenti di favore aventi relazione con Enti pubblici, agenzie amministrative indipendenti, persone fisiche o giuridiche che agiscano in qualità di Pubblico Ufficiale o incaricate di Pubblico Servizio.

I rapporti con suddette istituzioni sono riservate alle funzioni autorizzate e si basano sui principi di trasparenza e correttezza.

Particolari forme di cortesia commerciale o economica sono consentite solo se di modico valore, previa autorizzazione e comunque non interpretabili da terzi come mirate ad acquisire vantaggi in termini inappropriati.

3.2 CLIENTI E COMMITTENTI

I rapporti con clienti e committenti hanno come priorità il soddisfacimento del cliente attraverso il raggiungimento di adeguati standard qualitativi, perseguibili sulla base dei criteri di correttezza, chiarezza e professionalità che assicurino contrattazioni eque e imparziali.

3.3 FORNITORI

La selezione dei fornitori passa attraverso un’attenta valutazione da parte dell’ufficio tecnico di Scarafoni Srl e si basa sui criteri oggettivi di competitività, qualità, economicità, garanzia di assistenza e di tempestività, osservando le condizioni contrattuali e riservandosi di accettare trattamenti di cortesia e omaggi solo se di modico valore. Parimenti, all’Azienda è vietato elargire o corrispondere trattamenti di favore con valore superiore alle normali relazioni di cortesia, onde evitare il favoreggiamento di interessi illegittimi.

3.4 CONSULENTI

La selezione dei consulenti si attua attraverso modalità concorrenziali imparziali e non discriminatorie, preferendo criteri di merito, competenza e professionalità, sempre nel pieno rispetto dei valori di trasparenza e decifrabilità negli accordi contrattuali.

4. RAPPORTI INTERNI

4.1 DIPENDENTI E COLLABORATORI

Scarafoni Srl ripudia ogni forma di discriminazione nei riguardi dei propri dipendenti e collaboratori, basando la scelta dei candidati su criteri di merito, competenza e professionalità, in base alle particolari esigenze aziendali.

Il personale è assunto con regolare contratto collettivo di lavoro riferito alla specifica categoria e l’Azienda rispetta le relative normative contrattuali, nonché la disciplina fiscale, assistenziale e previdenziale del settore di riferimento.

La Società rispetta i diritti dei propri dipendenti e li tutela, anche tenendo conto della loro posizione di subordinazione gerarchica alla direzione.

Scarafoni Srl favorisce un pensiero aziendale d’insieme, rendendo consapevoli i propri dipendenti e collaboratori dell’importanza del lavoro del singolo, volto al raggiungimento di obiettivi aziendali comuni.

4.2 FORMAZIONE

Scarafoni Srl crede nella cultura della responsabilità sociale d’impresa e promuove la formazione del proprio staff, nell’ottica di aggiornamento continuo delle competenze utili allo sviluppo aziendale.

4.3 TUTELA RISORSE UMANE

Riconoscendo l’importanza sostanziale delle risorse umane per la sopravvivenza e lo sviluppo della Società, Scarafoni Srl rispetta e tutela la dignità, la salute e la sicurezza del proprio personale. Ne salvaguarda inoltre l’integrità fisica e morale, rispettandone la dignità individuale, i contratti collettivi e individuali di lavoro, lo Statuto dei Lavoratori e la normativa vigente in materia di sicurezza e salute dei lavoratori.

4.4 SICUREZZA E SALUTE

Scarafoni Srl garantisce condizioni di lavoro che rispettino le normative di sicurezza, assicurando che le attività, gli ambienti di lavoro e le attrezzature siano salubri e sicuri.

Si impegna altresì a diffondere una cultura della sicurezza consapevole, invitando tutti i dipendenti ad assumere comportamenti responsabili e sicuri.

5. VIOLAZIONI E SANZIONI

Le norme comportamentali incluse nel presente Codice Etico sono da integrarsi a quelle previste dal D. Lgs. 231/2001 e agli altri reati previsti e puniti dal Codice Penale e dalle leggi vigenti in Italia.

L’inottemperanza alle suddette disposizioni è considerata rilevante e potrà costituire illecito disciplinare, essendo parte integrante delle obbligazioni contrattuali assunte dai dipendenti ai sensi dell’art. 2104 c.c.

Translate »